W la bietola!

Stamani mi sono svegliata ed ho deciso che avrei cucinato io! Ho fatto colazione, mi sono fatta la mia ora di tapis roulant e dopo una gran bella doccia fresca, mi sono avviata verso l’orto! Ho preso i fiori di zucca ( belli, aperti, con un colore bellissimo), le zucchine e la bietola…quanto mi garba la bietola!!! Bella, verde e profumata: riesce a dare alla pasta un sapore delicato ma al tempo stesso si fa sentire, senza essere “prepotente” nel gusto…

Una volta in casa ho preso le bietole, le ho unite insieme e ho tolto “il gambo”, le ho tagliate a listarelle e le ho messe in una padella con olio e aglio ( rigorosamente schiacciato )a cuocere ..ho aggiunto un po’ d’acqua fino a quando non si sono cotte, ho aggiunto un po’ di passata di pomodoro, in modo da colorare un po’ le bietole cotte, sale, pepe e peperoncino ( non troppo )…

Una volta che tutto si è amalgamato e insaporito, ho aggiunto i fiori di zucca tagliati ed ho mescolato e lasciato cuocere ancora qualche minuto.

Ho aggiustato di sale ed ho condito il piatto di pasta…

e buon appetito!

 

Pappa col pomodoro

Rieccomi qui, con la mia tastiera nuova e ricettine nuove.
Mi sono data al salato ( per forza di cose: sono da sola!! ) ed ho scoperto il gusto di cucinare!
A mio favore gioca il fatto che ho le verdure del babbo a completa disposizione: zucchine, fagiolini, bietola, peperoni…ma soprattutto pomodori! Dire che mi stanno uscendo dagli occhi non è un modo per farsi due risate…è proprio così! Quind , visto e considerato che ne ho a tonnellate, le mie ricette in questo periodo vedono tra gli ingredienti, la presenza fissa dei pomodori!
La prima ricetta che ho voluto sperimentare, è stata la pappa col pomodoro. Ho chiamato mamma e mi sono fatta dare la sua ricetta… Beh, ammetto che si sente che c’è stata una mano differente nel cucinare, ma il risutato non è stato niente male: si può sempre migliorare, ma non è andata così male!

foto 4-4

INGREDIENTI:

– pomodori maturi almeno una decina;

– 1 spicchio d’aglio sbucciato;

– 2 foglie di salvia;

– olio evo q.b;

– 50g a persona di pane vecchio di almeno un giorno;

– 1/2 dado vegetale;

– sale, pepe;

Iniziate con il mettere i pomodori dentro una ciotola di acqua bollente, in modo da sbucciarli senza fare fatica. Sbucciateli e metteteli da parte. Tagliate a pezzetti il pane.
Rosolate in una pentola con poco olio lo spicchio d’agio sbucciato con le due foglie di salvia. Prendete il pane fatto a pezzetti e mettetecelo dentro, girando in continuazione. Aggiungete a questo punto il pomodoro fatto a pezzetti, sale, pepe e un po’ d’acqua, aggiungete il mezzoo dado e fate andare a fuoco medio e mescolate in continuazione, fino a quando il pomodoro non si sarà “spappolato” insieme al pane. Continuate la cottura finchè non sarà diventato una pappa. Spegnete il fuoco e aggiungete due o tre foglie di basilico. Coprite con un coperchio e lasciate profumare.
Servite nei piatti e… buon appetito!

 

foto 3-12 foto 1-11 foto 2-11